Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /web/htdocs/www.manoweb.com/home/wifi/blog/wp-includes/cache.php on line 33 802.11 » 2006 » July

Archive for July, 2006

25Km! - Cornizzolo <-> Vimercate

Friday, July 28th, 2006

Le foto dell’evento:

http://www.arierba.it/testo2.php?codice=oo44ca1c00d5891

Bene. Giusto ieri sera io Alessio IZ2GMV e Gianpietro IZ2GOJ ci siamo messi d’accordo per sfruttare la sua mattinata relativamente povera di impegni lavorativi: si sarebbe recato al lavoro con l’ingombrante antenna ma, prima di iniziare a sgobbare, avrebbe cercato un posticino da cui fare qualche esperimento.

Questa mattina, si sono subito profilati un paio di problemi. Prima di tutto, Rich IW2NHC aveva con se’ il “piede” nel quale infilare il palo; la visibilita’ non era delle migliori e, sul Cornizzolo ci sono in corso le prove per il mondiale di Parapendio.

Tuttavia abbiamo trovato rimedio a tutto; il puntamento con relativa “registrazione” dell’AP client e’ stato immediato, ma non avevamo settato correttamente il wl0_distance, che permette agli AP di ritardare i timeouts che inevitabilmente si verrebbero a creare ad una distanza cosi’ considerevole: 25Km. Il ping non funzionava.
Una volta impostato il parametro, abbiamo avuto la pessima idea di muovere contemporaneamente la direzione delle antenne, per cui ci siamo trovati scollegati; dopo un dieci minuti di piccoli tentativi, abbiamo riguadagnato il link.

I primi test con netperf hanno evidenziato un transfer rate di 380Kbps, dopotutto come una vecchia ADSL. Io non ho piu’ toccato l’antenna, ma i “ritocchi” al puntamento dell’antenna di Gianpietro hanno reso possibile velocita’ sempre piu’ elevate fino a 1.7Mbps. Ricordo, su 25Km. Ora mi viene il dubbio che, se anche io avessi provato ad allineare meglio… Insomma.

84 mW (19dBm) = 1.69 Mbit/s
50 mW (17dBm) = 1.67 Mbit/s
25 mW (14dBm) = 1.73 Mbit/s
12 mW (11dBm) = 0.83 Mbit/s
6 mW (8dBm) = 0.66 Mbit/s
3 mW (5dBm) = 0.69 Mbit/s
1 mW (0dBm) = 0.62 Mbit/s

Non siamo perfettamente sicuri che queste impostazioni software per variare la potenza rispecchino dei valori reali, sta di fatto che… in teoria le nostre antenne 24dBi sono sovradimensionate, e sarebbe possibile usare antenne piu’ compatte, cosa interessante da fare domani…
In conclusione:

  • ricordarsi i vari parametri tra cui wl0_distance
  • il puntamento fine delle antenne richiede il suo tempo. I risultati possono migliorare sensibilmente.

ciao

IZ2GMV

Ca’ Nova

Thursday, July 13th, 2006

Oggi sono andato a fare un sopralluogo sulle alture sopra Erba, per verificare come sia possibile collegare la sede della Sezione ARI con il monte Cornizzolo.

Sono salito al ristorante Ca’ Nova ed ho potuto constatare che… ci sono dei pini che bloccano di pochissimo la visuale. Non so se salendo sul tetto del ristorante la situazione possa migliorare, ma occorre tenere presente i guai che si provocano se ci sono ostacoli troppo vicini alla zona di Fresnel. Occorrera’ sperimentare :) tuttavia, poco sotto al ristorante, ci sono zone molto piu’ aperte senza alberi e - sembrerebbe - piuttosto comode.

Da li’ la visione delle antenne del Cornizzolo, comunque, e’ ottima.

IZ2GMV

13Km

Tuesday, July 11th, 2006

Sono appena tornato dalla notte passata in vetta al Monte Cornizzolo. Ieri sera abbiamo coronato un altro piccolo successo, riassunto nelle righe seguenti:

Collegamento di piu’ di 13Km fra il Monte Cornizzolo ed il parcheggio del cimitero di Barzano’ (vicino alle piscine).

Io, Alessio IZ2GMV, sono andato sul Cornizzolo, munito di tenda e sacco a pelo. Volevo testare l’attrezzatura nuova dato che il prossimo weekend campeggeremo in Val Gerola in occasione della Skyrace che si tiene nella valle.

Al parcheggio del cimitero di Barzano’ si sono trovati Gianpietro IZ2GOJ, Rich IW2NHC, Gigi IW2NYG, con Ivano e Laura in veste di osservatori :)

All’inizio ho subito riscontrato diversi problemi: non volevo stare troppo vicino al rifugio, per non destare sospetti o allarmismi. Avevo da montare la tenda, un modello nuovo che montavo per la prima volta. Alle 2030 c’era ancora luce, che mi avrebbe consentito di montare facilmente il tutto, ma rendeva difficoltoso il “trovare” la mia controparte giu`, quasi sulla pianura.

Intanto che gli altri andavano a mangiare al termine della lunga ed estenuante giornata lavorativa e contemporaneamente preparavano l’attrezzatura, ho montato tenda, antenne, apparati, computer. Non appena ha iniziato a fare un po’ piu’ buio, ho chiesto ad Ivano di segnalarmi la sua posizione con i fari della macchina: ebbene, a 13Km ad occhio nudo e’ stato semplicissimo trovare la loro posizione!

Ho perfezionato la tecnica di puntamento usando come riferimento l’illuminatore e dei riferimenti sulla griglia dell’antenna gregoriana. Gli apparati pero’ non ne volevano sapere di parlarsi fra di loro. Ad un certo punto mi e’ venuto in mente di testare i parametri di sistema: e’ saltato fuori che sia io che loro avevano delle configurazioni sbagliate. In particolare nella loro postazione era stata selezionata l’antenna sbagliata: alimentavano infatti il gommino, non la gregoriana 24dBi!!! Io avevo alcuni errori nel ssid e nel canale, una volta corretti il collegamento e’ avvenuto quasi istantaneamente :)

I transfer rate sono stati piuttosto buoni, con il programma netperf abbiamo potuto constatare che, affinando il puntamento, si potevano tranquillamente passare i 4Mbps di banda. Abbiamo scelto il canale 4, che rimane sempre nella banda radioamatoriale, perche’ ci dava il miglior livello di segnale e transfer rate. Abbiamo anche attivato il modo “afterburner”, una specifica Linksys per incrementare la velocita’. Per riassumere:

  • canale 4
  • signal level -67dBm
  • noise level -87dBm
  • transfer rate 4.02Mbps

Non e’ da escludere che si possano raggiungere valori ancora migliori con un puntamento piu’ fine.

Abbiamo anche voluto fare delle prove in QRP, per simulare l’uso di antenne meno efficienti; ebbene, siamo scesi fino ad un ipotetico TX power di 1mW (0dBm) ed il link ci dava ancora piu’ di 2Mbps di banda :) Chiaramente il vero esperimento sara’ con antenne verticali omnidirezionali, a questo punto.

IZ2GMV

L’esperienza da Barzano` e` stata meno faticosa dato l’alto numero di partecipanti e la conseguente divisione dei compiti. Il sito scelto per la prova e` stato valutato ottimamente, visto che avevamo a disposizione un tavolo, panche e tutto il necessario per portare l’antenna li` vicino, fissarla con dei massi al terreno e poter giostrare comodamente al notebook e alla radio. Il tutto condito dalla gradevole compagnia dei gialdoni et regolari del parchetto a pochi metri da noi che ci fissavano con i loro occhi pieni di sbigottimento.
A parte i problemi iniziali di misunderstanding di settaggio dei parametri degli AP, le prove si sono dimostrare soddisfacenti. Ma e` molto probabile che i risultati possano essere migliori: innanzitutto non mi convince affatto il puntamento fatto visualmente. Gia` dalle prove di collegamento da casa di IZ2GOJ al Cornizzolo si era notato come il puntamento fatto “ad occhio” dell’antenna portava ad avere un’elevazione molto diversa (sbagliata!) rispetto al puntamento di un telescopio fisso sull’esatta posizione della controparte.

Ieri sera, grazie al meticoloso e pignoloso lavoro di GOJ, si e` visto che il trasferrate piu` alto si aveva quando l’antenna non stava puntando (forse?) il Monte ma aveva un’elevazione MOLTO piu` bassa, quasi a cercare la pianura sottostante.

Per la prossima esperienza propongo un’uscita con i telescopi da entrambe le parti, chissa` che non si riesca a raggiungere risultati ancora migliori!

IW2NYG

Alternative

Sunday, July 9th, 2006

Ieri ho fatto un sopralluogo nella zona Barzano`/Monticello, in cerca di un sito alternativo a Montevecchia, nel caso che non ci sia la visibilita`.

Un ottimo luogo sarebbe vicino alle piscine di Barzano`: da quella zona la visibilita` del monte Cornizzolo e` perfetta, visto che in linea d’aria non c’e` davanti proprio nulla. Purtroppo dal parcheggio delle piscine non si puo` fare perche` ci sono delle altissime rubinie che farebbero ombra sull’antenna. Pochi metri (non piu` di 200) piu` sopra, piu` avanti sulla strada, in direzione Monticello, c’e` il parcheggio del cimitero, dal quale la visibilita` e` ottima.

Dovrebbe essere un’ottima location alternativa perche` dal cornizzolo penso sia facile riuscire a trovare quel posto (utilizzare come punti di riferimento Villa Greppi, le piscine di Barzano`, varie ed eventuali) .

IW2NYG

Riassunto delle puntate precedenti

Saturday, July 8th, 2006

Ecco un riassunto delle attivita’ svolte fin’ora.

Gia’ un paio di anni or sono abbiamo acquistato delle antenne gregoriane 24dBi e degli access point D-Link che, allora, erano fra i migliori apparecchi disponibili. Avevamo pero’ voluto tagliare i connettori SMA-RP e saldarci dei normali N a pannello. Le saldature fatte lasciavano pero’ molto a desiderare :)

Il tutto e’ rimasto fermo fino a poche settimane fa, quando abbiamo riesumato gli AP D-Link per delle prove. Prove che sono andate… male. In un campo di un centinaio di metri, riuscivamo a connetterci anche se i risultati non erano pulitissmi. Quando abbiamo provato un collegamento di 3Km in linea d’aria, riuscivamo a stabilire un collegamento ma il trasferimento dati era faticosissimo.

Il problema, ci siamo detti, erano quegli access point che avevamo mutilato con i connettori N. Ci siamo allora informati su queli modelli fossero presenti sul mercato, ad un buon prezzo e con delle ottime caratteristiche. Abbiamo scelto i Lynksys WRT54GL perche’ permettono di montare dei firmware alternativi, basati interamente su software opensource; in pratica OpenWRT, il firmware, e’ una sorta di mini-installazione Linux.

Ci siamo procurati i connettori giusti alla fiera di Friedrichshafen, in Germania, ed abbiamo ripreso le prove li’ dove le avevamo lasciate. Il collegamento a 3Km di distanza e’ stato uno scherzo, senza toccare nemmeno troppi parametri abbiamo ottenuto transfer rates dell’ordine di 1.3MB/s.

Siamo quindi saliti in cima al monte Cornizzolo, dove abbiamo tentato un collegamento di quasi 9Km; anche questo, dopo un iniziale problema legato al puntamento delle antenne ed una collinetta che ostruiva parzialmente la linea, e’ andato a buon fine, con una velocita’ pero’ inferiore - sui 70KB/s. Ci sono le potenzialita’ per salire ancora, un puntamento piu’ fine, una serie di configurazioni da tarare finemente, benchmark piu’ accurati.

Pochi giorni fa, ci siamo trovati per fare delle prove a cortissimo raggio (nel soggiorno di chi scrive) in modo che potessimo avere dei valori di riferimento per i test successivi.

Settimana prossima, condizioni metereologiche permettendo, vorremmo tantare un collegamento Cornizzolo - Montevecchia di circa 13Km.

Welcome

Saturday, July 8th, 2006

Ciao, questo blog riportera’ l’evoluzione degli esperimenti con 802.11